Impianti di contabilizzazione

Gli impianti di contabilizzazione del calore vengono realizzati da circa 15 anni, questo sistema è stato realizzato per poter suddividere i costi del prelievo del “Calore volontario” negli edifici con impianti centralizzati di riscaldamento, tale metodo si differenzia dal sistema adottato fino ad oggi tramite i “Millesimi” ; ciò permette fondamentalmente di avere quindi una suddivisione dei costi NON in base alla superficie riscaldata ma in base al REALE UTILIZZO DELL’IMPIANTO.

Con la pubblicazione del decreto legislativo n° 102 del 04 luglio 2014 è diventato obbligatorio per tutte le abitazioni plurifamiliari con sistema di riscaldamento centralizzato installare un impianto di contabilizzazione del calore.

La Fortuzzi Climatec oltre alla realizzazione di impianti di contabilizzazione si occupa delle letture periodiche dei consumi e del monitoraggio di tutto il sistema (Telegestione), il nostro personale segue periodicamente corsi di aggiornamento presso le case costruttrici, permettendoci quindi di dare nel tempo un’assistenza diretta. Tale servizio è gratuito nel caso la Fortuzzi Climatec sia il terzo responsabile/manutentore della centrale termica.

Il costo di mercato per le letture dei consumi di riscaldamento e gestione del sistema ad appartamento è di circa € 50 anno, E’ EVIDENTE QUINDI IL NOTEVOLE RISPARMIO.

I tipi di contabilizzazione si suddividono principalmente in 2 categorie, la scelta dipende dalla tipologia d’impianto sul quale deve essere installato il sistema.

Possiamo avere un impianto di tipo a distribuzione verticale o colonne montanti (Edifici costruiti fino circa gli anni 70/75), o impianto con distribuzione orizzontale a collettori, per edifici di costruzione più recente.

Per gli impianti di riscaldamento a colonne montanti si è dovuto ricorrere a dei “Ripartitori”, sono dispositivi che vengono installati su ogni corpo scaldante, tramite la lettura della temperatura nell’ambiente e del radiatore stesso, attraverso un sistema elettronico inserito all’interno “Calcolano” il consumo di ogni radiatore.

La ditta incaricata delle letture si collega in locale via radio per scaricare i dati di ogni dispositivo, o da remoto tramite una linea dati (Modem), senza così dover entrare negli appartamenti per eseguire le letture dei consumi, inoltre a seconda della tipologia installata si può avere anche una telegestione che controlli direttamente dall’esterno tutto il sistema, compresi eventuali guasti o manomissioni che verranno segnalati puntualmente alla ditta incaricata per mezzo di sms, fax o email.

Per il controllo della temperatura nei vari ambienti vengono abbinate ai ripartitori valvole termostatiche, questa tipologia di dispositivi permette quindi di differenziare la temperatura ambiente per ambiente, e di ridurre gli sprechi di energia quando ci sono apporti di calore esterni (Forno cucina, stufe, sole ecc. ecc.), riducendo così i consumi, ma aumentando di molto il comfort negli edifici.

RADIATORE
Questa sistema permette un auto bilanciamento dei circuiti vari di distribuzione del calore ANNULLANDO DEFINITIVAMENTE le problematiche delle differenze di temperatura tra i vari appartamenti (Problema TANTO noto nei vecchi impianti).

La classica valvola termostatica può essere sostituita, a seconda delle varie esigenze indipendentemente dalla scelta degli altri condomini, da valvole elettroniche, le quali oltre differenziare la temperatura ambiente per ambiente possono gestire anche gli orari, dividendo cosi l’appartamento in tante zone di riscaldamento e ottimizzando così gli orari, oltre alle temperature a seconda delle reali esigenze, riducendo così ulteriormente gli sprechi.

HR90
I sistemi di ultima generazione come questi possono essere dotati anche di un collegamento alla rete dati (Internet), permettendo così a chi lo desidera di comandare a distanza il proprio appartamento con un normale cellulare, tablet o pc.

Tutto ciò verrà installato in casa senza dover eseguire opere murarie o NESSUN TIPO DI COLLEGAMENTO ELETTRICO, questi sistemi dialogano tra loro e con l’esterno via radio, sono TUTTI CERTIFICATI contro disturbi verso altri dispositivi e hanno emissioni ridottissime (Un giorno di trasmissioni radio del sistema equivalgono a 1 secondo di telefonata con normale cellulare).

EVOHOME
Data la predominanza dell’elettronica in questa tipologia di impianti, l’evoluzione nel settore è molto rapida, dando così vita ultimamente a una nuova generazione di ripartitori per questa tipologia di applicazioni.

La differenza sostanziale, ma NON DA SOTTOVALUTARE, è l’unione dei 2 dispositivi ripartitore/valvola termostatica in un unico apparecchio, in questa maniera è stato inserito un nuovo metodo di calcolo dei consumi, aumentando in modo considerevole la precisione rispetto a quello precedente, ma SOPRATTUTTO inserendo un sistema di controllo AVANZATO con CRONOTERMOSTATI in ambiente (Come gli impianti autonomi), dando così la possibilità a ogni condomino di inserire gli orari desiderati oltre le temperature, di poter monitorare in tempo REALE I PROPRI CONSUMI (In maniera trasparente), di poter gestire anche a distanza il proprio appartamento il TUTTO TELEGESTITO e SORVEGLIATO a distanza dalla ditta incaricata.

PDA PERRY
PERRY ZEFIRO
Questo si traduce in un ELEVATO comfort e NEL MASSIMO RISPARMIO OTTENIBILE su questi impianti senza dover eseguire interventi drastici;

Questo apparato viene collegato attraverso una dorsale di “Unità di pianerottolo” alla Centrale Termica, adeguando cosi la portata delle caldaie e delle pompe alla reale esigenza di ogni singolo appartamento, riducendo così DRASTICAMENTE le dispersioni nella rete di distribuzione (Le parti comuni), e trasformando DEFINITIVAMENTE l’impianto CENTRALIZZAZTO in uno AUTONOMO.

La Centrale termica si avvierà quando lo chiedono i condomini, non il contrario, con questo tipo di sistemi gli orari del riscaldamento vengono tolti in modo che ognuno possa decidere singolarmente in base alle proprie esigenze.

Per quanto riguarda invece la tipologia di impianti di riscaldamento con sistema a collettore, (distribuzione orizzontale) , il modo di contabilizzare è molto semplice, nel collettore di distribuzione all’interno dell’appartamento viene installata una valvola di zona comandata da un termostato ambiente (Sé non è già installata), verrà abbinato a essa un contacalorie volumetrico il quale attraverso un’elettronica dedicata calcola direttamente la quota di energia ceduta all’appartamento, anche in questa famiglia di prodotti esistono varie tipologie.

Ormai tutti i contacalorie dispongono per la telelettura e gestione di un modulo interno che si collega via radio al sistema, ma i più evoluti comunicano con la centrale attraverso una rete dati e-bus potendo così gestire in tempo reale il carico dei bruciatori e delle pompe, riducendo così drasticamente gli sprechi dovuti alle dispersioni e aumentando di molto il rendimento GLOBALE DELL’IMPIANTO, il tutto sempre telegestito e con la possibilità di RIDURRE o BLOCCARE anche dall’esterno il RISCALDAMENTO negli appartamenti.

Quando vengono eseguiti interventi di questo genere, soprattutto su impianti con oltre 20 anni di funzionamento, è ASSOLUTAMENTE NECESSARIO eseguire UN RISANAMENTO del circuito tramite un “Lavaggio CHIMICO”. Questa operazione lunga e delicata viene eseguita per evitare che i depositi che si sono accumulati negli anni vadano a pregiudicare il regolare funzionamento delle nuove valvole, oltre a ridurre il rendimento globale di tutto il sistema.

Nella centrale termica, se non sono già presenti, le pompe di circolazione vengono sostituite con modelli di ultima generazione elettroniche in grado di adeguare la portata in base alla richiesta dell’impianto, riducendo così considerevolmente le dispersioni termiche lungo le tubazioni che alimentano i vari appartamenti. Questo tipo di intervento può ridurre i consumi energetici a livello globale Impianto/Edificio dal 25 al 30%, ed aumentando considerevolmente il comfort e rendendo la suddivisione della spesa per il riscaldamento più equa.

Per ogni eventuali chiarimento o preventivo di spesa siamo a vostra disposizione.